Nuovo trattamento fogliare pre fioritura

Provare ad inventarsi un nuovo trattamento fogliare pre fioritura ha sempre il suo fascino.

Soprattutto pensare come stimolare e aiutare i miei ulivi  con  giusti ingredienti e prodotti specifici non ha davvero prezzo.

Quest’ anno ho messo insieme diversi preparati per proteggere la nuova vegetazione e debellare un problema fungino che ritengo essere la “Brusca Parassitaria”. Questa malattia purtroppo ha iniziato a propagarsi e diffondersi l’estate scorsa  e si è sommata alla dura stagione siccitosa.
Lo strascico del suo passaggio è ancora evidente su alcune piante ( vedi foto sotto ).
immagine Brusca
Brusca Parassitaria: malattia fungina che sta iniziando a propagarsi nelle zone olivicole vicino al mare
Per questo motivo oltre alle concimazioni a terra ho voluto implementare con un nuovo trattamento fogliare pre fioritura .
Per farlo  ho usato i seguenti prodotti:
    • propoli per agricoltura;
    • rame coptrel (ossido di rame e idrossido di rame);
    • macerato di ortica ( tempo di preparazione 10/20 giorni );
    • fermentato preparato mesi prima con scarti di frutta, verdura, terra del bosco, foglie di ulivo e compost;
  • concime biologico Fertenat;
 I dosaggi per 100 litri di prodotto sono i seguenti:
    • 350 ml di propoli in 100 litri di acqua;
    • 55 ml di rame ogni 100 litri di acqua;
    • 10 litri di macerato di ortica in 100 litri di acqua ( fatto con 3 kg di ortica , 30 litri di acqua e fermentato circa 10/20 giorni );
    • fermentato di 100 litri (100 litri di acqua, 10 kg di scati difrutta e verdura , 5kg di terra del bosco, 3kg di compost e 2 kg di foglie di ulivo);
  • Fertenat 1 litro ogni 100 litri di acqua;
fogliare biologico
propoli, rame e concime Fertenat utilizzati nel nuovo trattamento fogliare pre fioritura.
fermentato
residui del fermentato dopo il filtraggio
macerato di ortica
macerato di ortica per uso fogliare
 Questo trattamento fogliare va effettuato sulla nuova vegetazione per proteggerla da occhio di pavone, altri attacchi fungini e per spingerla a produrre una fioritura copiosa. Quindi va fatta alla comparsa delle prime 3 o 4 foglioline nuove.

Questa concimazione è biologica. Si utilizza in media un 4 lt di acqua a pianta ed è importante  cospargere l’albero internamente nella chioma, sulla pagina inferiore della foglia. Li ci sono infatti gli stomi delle foglie.

Gli stomi ( o pneumatodi ) sono strutture annesse all’epidermide, disposte su tutte le parti erbacee delle piante, in modo particolare sulla pagina inferiore della foglia e sono presenti in tutte le piante terrestri. La loro funzione è di consentire lo scambio gassoso fra interno ed esterno del vegetale, in particolare l’entrata di anidride carbonica e la fuoriuscita di ossigeno (fonte Wikipedia). Questa è quindi la parte recettiva della pianta ma pure quella da cui possono entrare malattie fungine.

Il rame usato serve per difendere l’ulivo principalmente dall’occhio di pavone ( principale avversità in uliveto) ma pure per debellare una patologia come la Brusca Parassitaria.

L’ortica è particolarmente ricca di potassio, fosforo, ferro, vitamina A, vitamina C, rame e zinco e calcio.Tutti ottimi microelementi per la pianta.

Il propoli è un blando insetticida, un battericida e un fungicida. Ha inoltre proprietà stimolanti della vegetazione. Sarà un ottimo alleato del rame e non sarà minimamente fitotossico.

Fertenat invece è un biostimolante liquido adatto ad ogni coltivazione di ultima generazione, prodotto biologicamente da vermicompost e letame di cavallo utilizzando un’innovativa tecnologia catalitica. Ottimo per nutrire insieme all’ortica e al macerato di ortica e al fermentato.

Il fermentato è stato realizzato in acqua decantata per far perdere il cloro. L’aggiunta di scarti di frutta, verdura, terra del bosco, compost e foglie di ulivo è servita per arricchiere il liquido di microelementi e sostanze nutritive a costo zero. Se non avrete tempo di prepararlo non vi preoccupate. Lo preparerete per un’altra occasione. Usate acqua possibilmente senza cloro oppure fatta decantare un paio di giorni per fare questo nuovo trattamento pre fioritura.

Tutti i prodotti citati sono stati acquistati senza patentino, e sono ammessi  in agricoltura biologica e naturale.

Sotto trovate le foto dei prodotti che ho usato e dove poterli acquistare ( tutti tranne il rame chelato Edta ) a prezzi scontati grazie a convenzioni fatte per il gruppo Facebook “coltivare gli ulivi in maniera biologica e naturale “e per questo omonimo Blog.

Buon olio bio a tutti. 🙂


 bioagrifert
Fertenat distribuito da Bioagrifert referente Patrizia Zanchetta 3939136727

propoli per agricoltura
Propoli per uso agricolo dell’apicultore Antonio Schiesaro tel 3888432965
Itri (Latina)
Foto di copertina dell’articolo di Antonio Pellegrino. Ulivi della zona di Andrano (LE).

4 opinioni riguardo a “Nuovo trattamento fogliare pre fioritura

  1. nel 2018 qui in Sardegna per quanto riguarda l’olivicoltura è stata una pessima annata ,dovuta credo alle piogge frequenti durante tutto il periodo estivo .In frantoio l’olio veniva fuori dalla centrifuga di un colore marroncino e dal gusto con sentori di rancido ,insomma
    pessimo e all’età di 67 anni per la prima volta ho scoperto quanto possa influire il clima sulla bontà dei nostri prodotti ne anche quando le olive si raccoglievano da terra l’olio veniva cosi cattivo. Per quest’annata vorrei chiedere a voi qualche consiglio e se è necessario fare qualche trattamento prefioritura in attesa di un vostro parere vi ringrazio e vi saluto .

    1. Ciao Riccardo, conosco la situazione che l’anno scorso ha colpito la vostra bella isola.In moltissimi non sono riusciti a fare un solo litro di olio a causa dei forti attacchi di mosca olaeria.C’è da dire però che gli olivicultori sardi sono abituati come anche quelli siciliani ad avere estati calde e torride che aiutano moltissimo a non avere infestazioni di mosca.Ti consiglio per questa stagone di premunirti di caolino e anche di prodotti rameici come piano alternativo. I trattamenti pre fioritura sono un ottimo aiuto per gli ulivi, danno ottimi stimoli in un periodo in cui le piante sono molto recettivie.Puoi farli prima della fioritura quando c’è la terza/quarta fogliolina nuova oppure con le olive appena formate come un grano di pepe. Ti metto 2 link del blog con 2 trattamenti fogliari che ho fatto negli ultimi 2 anni.Spero ti possano servire come spunto…
      http://coltivaregliuliviinmanierabiologicaenaturale.com/it/nuovo-trattamento-fogliare-pre-fioritura/amp/
      http://coltivaregliuliviinmanierabiologicaenaturale.com/it/trattamento-fogliare-diamo-sprint-alle-piante/amp/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *