Il sapone e come produrlo con l’olio di oliva

Con questo breve articolo voglio introdurvi in mondo affascinante e dalle mille sfaccettature come quello del sapone. Creare saponette per autoproduzione o per la vendita è un’esperienza che va fatta almeno una volta nella vita.

Tempo fa  lessi su un giornale di questo argomento. Rimasi subito colpito dal fatto che uno degli ingredienti principali fosse appunto l’olio di oliva.

Dopo essermi procurato alcuni attrezzi e tutto il necessario per testare la ricetta, una mattina mi cimentai in questo esperimento.

Il risultato fu per me entusiasmante . Pur essendo completamente inesperto riuscii a fare delle saponette .

Sono sicuro che vi è venuta voglia di provare. Eccovi una facilissima ricetta. Io sono proprio partito da questa.

 

Altri esempi di saponi auto prodotti con olio di oliva
Sapone fatto con l’olio di oliva

SAPONE ALL’OLIO DI OLIVA (elenco del necessario per farlo):

  • 1kg di olio di oliva;
  • 128 grammi di soda caustica;
  • 300 grammi di acqua;
  • una bilancia elettronica per pesare;
  • un minipimer per preparare il “nastro”
  • guanti di lattice e occhiali di plastica per proteggergi quando usiamo la soda;
  • recipienti di plastica per preparare il sapone;
  • stampi tipo plum cake o stampi in silicone dove mettere a seccare il nostro preparato;

PREPARAZIONE:

Pesare la soda caustica e metterla da parte.

Dopo aver misurato e messo in un recipiente l’olio ( 1Kg ) passiamo a fare lo stesso in un altro contenitore di plastica con  l’acqua (300 gr) . Finita questa operazione aggiungiamo la soda caustica alla nostra H2O.

Vedremo la soluzione reagire leggermente mentre la giriamo con un cucchiaio di metallo (raggiunge circa 80 gradi). Quando tutto è ben sciolto e vediamo che l’acqua è diventata trasparente passiamo a versare questo composto direttamente dentro all’olio (1Kg).

Una prima girata con una paletta di silicone o di plastica e a questo punto passiamo all’uso del minipimer.

Frulliamo tutto fino ad ottenere il nastro. Il nastro è il momento in cui si consolida il nostro composto, quando l’olio si unisce alla soda nell’emulsione della reazione di saponificazione.

Dopo qualche minuto questo composto tenderà ad addensarsi e potremo perciò versare tutto negli stampi che abbiamo preparato in precedenza. Prima di fare ciò se vogliamo possiamo aggiungere qualche goccia del nostro olio essenziale preferito per aromatizzare il tutto.

Se sono piccoli stampini come quelli che ho usato io in silicone basta pareggiare il livello del sapone in modo tale che tutta la formina sia riempita omogeneamente.

Se invece avete ad esempio usato uno stampo grande come quello da plum cake vi conviene sbattere un paio di volte questo su un tavolo per eliminare eventuali bolle di aria e poi pareggiare il livello con una spatola o un cucchiaio.

Dopo circa 15/20 minuti si può decorare il sapone ad esempio con qualche fogliolina di ulivo oppure dopo un’oretta con qualche timbro comprato o fatto da noi .

Se volete approfondire meglio l’argomento vi consiglio un paio di libri (metto per par condicio i link sui due principali siti di vendita on line ):

Il sapone fatto in casa for dummies

Il sapone fatto in casa for dummies su Amazon

I tuoi saponi naturali

I tuoi saponi naturali su Amazon

 

Per concludere voglio fare una breve riflessione su questo argomento. Per chi ha una ditta agricola che già ha nella sua struttura un laboratorio produrre saponette con essenze del loco e con l’olio dei propri uliveti può essere motivo di prestigio ma soprattutto rappresentare una nuova fonte di introito.

Un prodotto in più per far pensare alla vostra attività e far crescere il legame che sempre ci dovrebbe essere tra chi produce e chi compra. Un sapone naturale infatti può far aumentare la stima dei consumatori verso chi fa prodotti diversi dalla grande distribuzione.

 

Buon olio bio a tutti !

2 opinioni riguardo a “Il sapone e come produrlo con l’olio di oliva

  1. …nel sapone che preparo io ad 1 lt olio aggiungo 4 lt acqua ed il sapone viene pronto all’uso dopo 30 giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *